Bocciato l’emendamento per ripristino della Storia dell’ arte nella scuola

consegna petizioneL’emendamento al Disegno di Legge di conversione del decreto-legge 12 settembre 2013 n. 104, “recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (C. 1574-A)” presentato  il 31 ottobre alla Camera dei Deputati dall’ Onorevole Celeste Costantino, per il “ripristino della Storia dell’ arte nella scuola secondaria”  non ha trovato ascolto. Proprio ieri l’ emendamento per la “re-introduzione della storia dell’arte  e di altre materie come latino e geografia”, proposto in seguito alla “raccolta di 15.000 firme”  è stata bocciato, respinto dalla Camera dei Deputati.

La motivazione è stata che mettere le mani sulla riforma Gelmini “re-introducendo certe materie significherebbe aumentare una spesa che è stata tagliata perché il paese non è in grado di sostenere”.

Per queste ragioni, vorremmo sottolineare la necessità di accrescere la “voce e il corpo ” della “battaglia culturale necessaria a questo Paese”, per la sua rinascita culturale ed economica.

Battaglia che ormai sappiamo per esperienza non trova risposte se limitata alla “raccolta di firme”, pur necessaria.

Né se condotta da singoli soggetti, o da “avanguardie” di pochi che pur non si lasciano demotivare dalla inverosimile cecità di chi ci amministra, né spaventare dal “ciclopico” impegno che comporta l’ essere un “piccolo gruppo”.

Marinella Galletti, Presidente Artem Docere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *